LA VALLE CAMONICA E LE SUE BONTA', E NON SOLO - LUGUGNANA SITO WEB

Cerca
Vai ai contenuti

Menu principale:

LA VALLE CAMONICA E LE SUE BONTA', E NON SOLO

Rubriche > Turismo Enogastronomico

Rubrica: TURISMO ENOGASTRONOMICO
di Valter Stabile

Questa bellissima valle, mi ha lasciato un indelebile ricordo per le sue bellezze naturalistiche, ma soprattutto per le sue bontĂ  gastronomiche e per le sue eccellenze agroalimentari di elevato spessore.
Facendo base a Marone che è una località che si affaccia sul lago d’Iseo, ho girato in lungo ed in largo attorno al lago, cercando quei sapori e gusti tipici della zona tanto decantati, trovando alla fine, con mia grande soddisfazione, ciò che cercavo.
Se siete diretti da quelle parti, che dalla nostra zona sono raggiungibili in un massimo di 3 ore, potete prendere alloggio per anche una o due notti negli appartamenti messi a disposizione da un simpatico, gentile e cordiale signore di Marone.

Si tratta di una costruzione modesta e antica, riadattata in modo intelligente dal suo titolare, che ne ha ricavato 4 appartamenti muniti di ogni confort (Villa Serioli – info@villaserioli.it - 340.9151965), in particolare per le famiglie.




I prezzi sono onesti e equi rispetto al semplice ma ottimo servizio fornito. Niente lusso, ma troverete tutto quello che usate a casa vostra nella massima praticità e pulizia. Spendo due parole su Marone, piccolissimo paese rivierasco, ove le sue colline sono delle distese di ulivi, ed infatti per questo è stata soprannominata “città dell’olio”.

L’eccellenza locale, inutile a dirlo, è la produzione di un saporitissimo olio d’oliva extravergine, che a seconda delle annate, è più o meno eccezionale.
Questa è la Riviera degli ulivi sebina. Ho visitato uno dei  frantoi del paese, il “Vela” di Paolo Guerini, che mi ha conquistato con la sua cordialitĂ  e simpatia, proprio mentre arrivavano i primi carichi di olive molite a mano (metodo antico e tradizionale)nella zona.

Ho potuto assistere alla spremitura e alla lavorazione successiva, fino all’uscita dell’oro verde dai rubinetti.

I profumi inebrianti, mi hanno colto in un vortice di sensazioni, tanto da essere costretto, grazie alla simpatia del Signor Paolo, ad andare a comprare in un vicino panificio del pane adatto alla degustazione dell’olio appena franto.

Certo che l’olio appena franto o comunque novello, non è un olio per tutti i palati. E’ un olio “tosto” di spessore, che regala note di piccantezza dopo qualche secondo che lo degusti, per poi passare ad altri sentori come l’acidità e il sapore di mandorla. Ottimo per chi preferisce i sapori “very strong”, sul pesce, sulle verdure al vapore o alla griglia.

Piccolo particolare non trascurabile, è che siamo nella rinomata zona della Franciacorta, con tutte le eccellenze vitivinicole famose nel mondo.

Percorrendo la strada litoranea che gira intorno al lago ed addentrandovi per qualche chilometro nell’entroterra, troverete alcune località molto carine e suggestive, come: Sale Marasino, Sulzano, Zone, Castro e Monte Isola che è la più grande isola all’interno di un lago di tutta Europa.




Se dovessi consigliarvi un agriturismo della zona, non avrei nessuna esitazione a dirvi “Agriturismo San Rocco” a Riva di Solto (Bg) (www.agrisanrocco.it). A distanza di qualche settimana, ho ancora impresse le sensazioni profonde che ho provato, degustando quanto mi è stato offerto. Intanto è doveroso parlare dell’ambiente, dicendo che è un vero agriturismo arroccato sulla quasi cima di una montagna e dal quale si gode di un panorama sul lago a dir poco mozzafiato.

L’azienda offre ai suoi visitatori un ampio ventaglio di prodotti tipici da esportazione che vanno dal salame di capra all’olio d’oliva, al miele alle composte di pomodori verdi e cipolle e mele ed altro ancora. In stagione calda, è consigliabile mangiare all’aperto, dove si apprezza maggiormente il panorama e l’aria salubre. Il personale è ridotto al minimo, ma la simpatia e cordialità sono comunque di casa.

L’antipasto composto dal tagliere di affettati e formaggi tipici ha colpito in particolare per l’originale e saporito salame di capra, il tutto con accompagnamento di composta di cipolle e mele e marmellata di more(produzione propria). L’abbondanza di ogni portata mi ha colpito, il cuoco non vuole farvi andare via con qualche angolo di stomaco ancora vuoto.

I “casoncelli” hanno aperto il pasto. Si tratta di una sorta di panzerotti ripieni di formaggio,prosciutto e carne, poi serviti semplicemente in olio e salvia e cubetti di prosciutto.

Una vera leccornia, che sazierà anche i palati più esigenti. Poi lo stufato d’asino servito in pentola di ghisa,accompagnato da patate al forno e polenta integrale grezza (farina macinata a pietra). Ho riservato ogni energia e passione nella degustazione dello stufato, che mi ha completamente rapito. A seguire i dolci costituiti da torte e dessert fatti rigorosamente nella loro cucina (immancabile il salame di cioccolato).

Consiglio la degustazione finale dei due liquori fatti in casa, in particolare secondo i miei gusti, il liquore alla liquirizia classico, dall’alcolicità equilibrata e dalla intenso oleoso gusto di liquirizia.

E’ stata una vera prova di forza per lo stomaco, ma una emozionante serata votata al gusto e al sapore più avvolgente.

Unica e piccola nota spiacevole, ma con cortesia risolta dal titolare, è stata l’iniziale difficoltà ad ottenere un semplice calice di vino (in quanto chi vi racconta è un bevitore equilibrato e prudente) al posto della bottiglia di vino inizialmente proposta, che sarebbe andata sprecata per l’80% almeno.

Quindi problema risolto e soddisfazione totale a 360 gradi.
Valter Stabile




Villa Serioli – info@villaserioli.it - 340.9151965
www.agrisanrocco.it

 
 
Torna ai contenuti | Torna al menu