I SAPORI DI SICILIA A PORTATA DI MANO - LUGUGNANA SITO WEB

Cerca
Vai ai contenuti

Menu principale:

I SAPORI DI SICILIA A PORTATA DI MANO

Rubriche > Turismo Enogastronomico

Rubrica: TURISMO ENOGASTRONOMICO
di Valter Stabile

Basta fare 50 chilometri da Portogruaro, per trovarsi immersi nei sapori e intensi gusti della lontana Sicilia.
Terra che amo, perché è stata culla della mia adolescenza e che mi ha regalato gli anni più spensierati della mia vita.
Mi ha anche insegnato gusti e sapori di quella terra arsa dal sole, che ci dona delle sensazioni gastronomiche - olfattive uniche e inimitabili. Io in particolare, per quello che riguarda la mia adolescenza, ho vissuto nella Sicilia occidentale, anche questa zona ricca di una variegata e straordinaria cucina spesso influenzata da decine di secoli di domini e conquiste da parte di altri popoli mediterranei. Il mio pensiero va al cous cous. Ma questa è una storia che merita un racconto a sé.
Nella vicina Udine e precisamente in via Grazzano 98 (vedi sito: www.pasticceriagangi.it) ce la pasticcera siciliana dei Fratelli Gangi. Un piccolo locale pasticceria/tavola calda con annesso laboratorio. All’ingresso, subito alla vostra sinistra, ci sono le vetrine dei dolci, torte, pasticceria alla crema di ricotta, dolci secchi e altre prelibatezze per veri maniaci dei buoni dolci del sud.

Inutile dire, che in vetrina fanno sempre bella mostra i rinomati cannoli siciliani, impossibile non provarli con la loro fragranza e croccantezza della pasta biscottata che contiene la famosa crema alla ricotta orgoglio di Sicilia.
Tutte le mattine troverete soffici “graffe” e “bomboloni” fritti, ma asciutti e leggeri(ve lo dico io che non amo i fritti).

Sui banchi e nelle mensole, lo sguardo si perde tra bottiglie di eccellenti e pregiati vini rigorosamente siciliani, vasetti di conserve dolci, creme dolci e salate, tranci di saporitissimo pecorino ai pistacchi, primosale ,altri formaggi e olive “cunzate”.
Meritano una menzione particolare i vasetti di conserve alla frutta, e tra queste quella ai fichi d’india o agli agrumi di Sicilia.
Solo nel periodo estivo, potete gustare uno speciale gelato che vi regalerĂ  sensazioni da riprovare, specialmente se inserito in saporite brioche (tipo panino). Classici e pochi i gusti di gelato, ma sufficienti ad accontentare anche i piĂą golosi.

Altra vera specialità estiva è la granita siciliana con la panna. Io preferisco in particolare quella al caffè, che con un po’ di buona panna sopra, come si dice “è la morte sua!” Nei periodi festivi di Pasqua è Natale, i fratelli Gangi, deliziano i più golosi con i tipici dolci artigianali delle feste.
Consiglio in particolare il panettone ai pistacchi e crema di pistacchi, prodotto da loro stessi con maestria, tanto da andare letteralmente a ruba durante le feste. Magari se ne mangerĂ  una sola fetta, dato il suo corposo apporto calorico, ma quella fetta si farĂ  ricordare fino al Natale successivo.

Data la mia spiccata propensione al salato, piuttosto che al dolce, mi soffermerò in particolare sulla tavola calda. La vetrina è ricca di una moltitudine di sfiziosi snack che diventano dei mini e non tanto mini pasti completi.
La specialità siciliana per antonomasia è l’arancino di riso che qui viene proposto in vari gusti: classico al ragù,al salmone,ai pistacchi (vera prelibatezza), al burro e agli spinaci.

La sapiente dosatura degli ingredienti ed una perfetta doratura nella frittura, ne fanno uno snack ideale ad ogni ora. I fratelli Gangi, ci tengono a sottolineare, che ogni ingrediente viene direttamente dalla Sicilia. Come per esempio i pistacchi che vengono dal luogo che promuove i migliori pistacchi al mondo:Bronte (Ct).
Le pizzette, le cartocciate, ed altre leccornie, sono in bella mostra nei banchi vetrina, pronti da essere scaldati o mangiati freddi. Alcuni tavolini e relative sedie, permettono al cliente di degustare subito comodamente ogni alimento.

La pasticceria è chiusa il lunedì pomeriggio e tutto il martedì.



Non esagero, quando dico che ogni volta che entro e assaporo queste specialitĂ , torno indietro con il tempo ai miei 8/16 anni, quando ero solito mangiare queste bontĂ  durante le ricreazioni scolastiche e come pausa durante le passeggiate domenicali con gli amichetti.
Che il buongusto sia con voi!
Maggio 2012 Valter Stabile


www.pasticceriagangi.it

 
 
Torna ai contenuti | Torna al menu